Prima adozione leggitimante ad una coppia di padri gay

Prima adozione leggitimante ad una coppia di padri gay

Il Tribunale per i minori di Firenze ha riconosciuto la prima adozione legittimante da parte di una coppia gay in Italia: i due bambini, tra loro fratelli, sono nati esternamente alla coppia quindi non si tratta in questo caso dell’adozione del figlio biologico del partner  come fin’ora è stato.

Il Tribunale ha accolto la richiesta di riconoscimento dell’adozione pronunciata da parte di una Corte britannica a favore di una coppia di uomini.

Grande soddisfazione per questa sentenza che rappresenta un punto di svolta nelle battaglie delle famiglie arcobaleno e della comunità lgbt.

In quest’ultimo periodo stiamo riscontrando come i giudici  riescano ad interpretare sempre più le esigenze, gli affetti di tutte le famiglie, anche quelle omogenitoriali, che per troppo tempo sono state ignorate e messe da parte dalla politica.”afferma il presidente del Circolo “M.Mieli”Mario Colamarino.

“Ora tocca al legislatore fare il proprio dovere  e normare su una profonda riforma delle adozioni di cui sempre più si sente la necessità nel nostro paese. A qualunque famiglia deve essere data tutela, sia essa etero che omogenitoriale, perché non vogliamo mai più che ci siano figli senza diritti: bambini e bambine di cui sembra non volersene occupare.

E’ inammissibile inoltre la disparità di trattamento che si viene a creare verso le famiglie arcobaleno che non hanno tratti di trans nazionalità,  come invece è in questo caso.

Si preferisce lasciare nel limbo dell’incertezza giuridica questi “figli senza genitori” piuttosto che affrontare una realtà esistente che necessità di vedere riconosciuta la propria dignità  i diritti senza i quali è costretta ad affrontare ogni giorno grandi difficoltà” conclude Colamarino.

Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli

Mario Colamarino – Presidente